Disagio giovanile, bullismo, ludopatie, cyber bullismo: quali strategie educative di cambiamento? 

Lunedì 27 marzo alle ore 15,30 presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi in via Garibaldi 9

Incontro con i testimoni del mondo sociale, delle famiglie, della scuola e dell'Università

Ore 15.00 registrazione partecipanti

Ore 15,15 saluti delle autorità

Giorgio Guerello, presidente Consiglio comunale Genova

Simone Farello, capogruppo PD Genova

Ore 16,00

Introduce Rossella Verri, Forum Scuola PD Genova

Intervengono:

Mara Carocci, deputata PD - Commissione Istruzione

Elena Ferrara, senatrice PD - Commissione Istruzione

Nadia Rania, ricercatrice in psicologia sociale Università di Genova

Maria Carla Italia, assessore alla Scuola del Municipio Centro Est

Paolo Pezzana, operatore sociale e sindaco di Sori

Giulia Celano, segretaria provinciale GD Genova

Ore 17,30

Dibattito

Ore 18,15

Conclusioni

Vazio: "L'accoglienza dei migranti non può prescindere dal rispetto delle regole"

Roma, 25 marzo 2016

vazio franco"Sono francamente stupito dalle polemiche che ti sono piovute addosso. Tu sei un Sindaco che, in prima linea, ti sei sempre battuto per i valori dell'accoglienza e del rispetto della persona". Lo scrive Franco Vazio, deputato del Partito democratico e vice-presidente della Commissione Giustizia della Camera, in una lettera aperta diretta a Enrico Ioculano.

"Ventimiglia  - spiega - è una città che ha dimostrato nei fatti di non essere razzista e populista, di sapere comprendere il dramma dei migranti,  insomma una vera città d'Europa. Una città, però, che tra mille difficoltà cerca anche di conservare la sua economia, le sue imprese, le ragioni di vita e di lavoro dei suoi abitanti. Ora c'è chi si scandalizza per la tua ordinanza che vieta la somministrazione senza regole e per strada di alimenti e bevande ai migranti, sostenendo che sarebbe inattuale perché riferita alla situazione dell'agosto scorso, nonché in contraddizione con l'articolo 2 della nostra Costituzione, che impone il dovere della solidarietà. Ebbene, allora affermare che un migrante debba trovare accoglienza e ricevere tutta l'assistenza morale e materiale (cibo e bevande comprese), ma debba essere, allo stesso tempo, identificato come qualsiasi cittadino italiano e debba rispettare le leggi poste a tutela del suo Status, non mi sembra una cosa sbagliata.

Pd Tigullio: "Comune di Lavagna sciolto per mafia. Ora occorre attivare le migliori energie sul territorio per ripartire dalla legalità"

Genova, 24 marzo 2017

garibaldiOggi il Consiglio dei Ministri ha deliberato lo scioglimento del Consiglio Comunale di Lavagna per infiltrazioni mafiose. E' la prima volta che succede nel Levante ligure e si tratta di una decisione di portata storica.
A giugno dell'anno scorso dall'inchiesta "Conti di Lavagna" che aveva portato al coinvolgimento del Sindaco e della sua maggioranza (e successivamente alle loro dimissioni) erano emersi indizi su potenziali rapporti tra politica e criminalità organizzata con scambi, condizionamenti delle elezioni comunali, favori e interessi illeciti.
La decisione presa oggi dal Consiglio dei Ministri conferma che bisogna approfondire ulteriormente ciò che è accaduto a Lavagna e che non ci sono ancora le condizioni per svolgere regolari elezioni. Segno che il condizionamento e la presenza della criminalità organizzata in questo territorio sono ancora forti e radicati.
Occorre quindi attivare le migliori energie di Lavagna e del Tigullio, per rafforzare e sostenere la legalità nel tessuto economico e sociale del nostro territorio. Un territorio in parte ancora sano, fortunatamente, ma di certo non immune.

Per continuare l'azione di Matteo Renzi: riqualificazione urbana a Genova e iniziative nazionali per l'inclusione

01 ROSATO DEF-01Giovedì 30 marzo alle ore 19.30 presso il Teatro SOC Certosa in via San Bartolomeo della Certosa incontro con Ettore Rosato

 

L'europarlamentare ligure Benifei in delegazione al Quirinale

Roma, 23 marzo 2017

benifei con mattarellaSono iniziate ieri, nella capitale, le celebrazioni del sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, un grande momento storico con il quale si è avviato il processo di integrazione europea. Durante la giornata si è tenuto al Quirinale l'incontro tra il Presidente della Repubblica Mattarella e la delegazione italiana dei parlamentari europei. A questo appuntamento ha preso parte anche l'eurodeputato ligure Brando Benifei, che domani sarà protagonista, sempre a Roma, di un dibattito pubblico sui giovani e l'Europa.
Dopo questa prima giornata e l'incontro con Mattarella, Benifei dichiara:

"Dal Presidente Mattarella un discorso netto, che ci ha spronato senza esitazioni a dare forza all'Europa unita, senza difendere lo status quo, ma anzi, spingendoci a quelle riforme strutturali e valoriali necessarie a salvare l'Unione Europea, portandola lontano da quell'immagine spesso distante e burocratica che rischia di comprometterne il futuro".

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information